Da cosa derivano le rughe?

Vi siete mai chiesti da cosa derivino le rughe e come si formino questi solchi sul volto? Cerchiamo di comprendere gradualmente, quali siano le caratteristiche della genesi di queste linee del viso, a comoinciare dalle linee più profonde, rughe costituite dall’attività muscolare del viso nel corso del tempo. Tali solchi sono classificati anche come linee “dinamiche”, in contrapposizione con quelle “statiche”, che rimangono invariate e non subiscono alcuna influenza dal movimento dei muscoli.

Le linee più profonde del viso possono essere temporaneamente corrette con delle iniezioni facciali. Le opzioni più comuni includono il Botox – che “paralizza” la contrazione del muscolo, leviga la pelle e cancella le linee – o il Restylane o il Juvederm, che riempiono la linea con una formula a base di acido ialuronico.
Contrariamente alle rughe profonde dinamiche, quelle sottili non sono attribuite al movimento facciale.

Esse, invece, derivano spesso da un irregolare ispessimento del derma, oppure a causa di una diminuzione della quantità di acqua trattenuta dall’epidermide.

Questo effetto è spesso legato a fattori come i danni del sole e l’esposizione a tossine ambientali (il più delle volte, il fumo di sigaretta). Opzioni di trattamento possibili per le linee sottili del viso sono filler come il Radiesse, costituito da microsfere di idrossiapatite di calcio (Caha) sospese in un gel dermatologico.

Ancora, a differenza delle linee profonde e di quelle sottili, la lassità cutanea (tecnicamente chiamata “ptosi”) è principalmente legata al processo di invecchiamento.

Essa è legata ad una riduzione graduale delle cellule di grasso sotto la pelle (tessuto sottocutaneo) e, in parte minoritaria, a altri eventi naturali che comportano una diminuzione delle fibre di collagene ed elastina nel derma, che riducono la forza della pelle e l’elasticità.

In ogni caso, una buona alimentazione e un’idratazione della cute, e un tenore di vita più regolare, aiuterà il benessere del vostro volto!