Liposuzione e liposcultura con iniezioni di grasso

Alcune donne ritengono che la liposuzione sia l’unico modo per apparire più magre e snelle. A pensarla in questo modo sono anche una buona fetta dei chirurghi plastici, che affermano che la liposuzione sia l’unica procedura in grado di radere via le sacche di grasso.

Anche se questo potrebbe essere stato un ideale di bellezza nel passato, il concetto odierno di gradevolezza femminile è in realtà più sensuale, e richiede non solamente abilità nel togliere grasso, ma anche nell’aggiungerlo dove necessario.

Molte donne, ad esempio, che in precedenza di un intervento mostrano una figura “a mela”, con concentrazione di gran parte del grasso corporeo della parte superiore del corpo, potrebbero subire una sgradevole evoluzione estetica con una erronea liposuzione: il rischio è in altri termini che la paziente possa apparire più sottile, ma con il risultato di una versione leggermente più sottile del corpo stesso, senza curve. Una mela più sottile, per così dire.

Tuttavia, se si combinano liposuzione (non laser) con iniezioni di grasso, il risultato ottenibile è del tutto diverso. In questo caso, infatti, si va a cambiare con successo il suo tipo di corpo non solo per farlo sembrare più snello, ma altresì per renderlo più femminile. Così la forma di mela viene trasformata in una forma a pera.

Il grasso viene tolto dalla parte centrale del suo corpo e re iniettato nei suoi fianchi. Il corpo assumerà così un nuovo profilo, con una vita più stretta rispetto ai fianchi. Una figura sinuosa, che non può che apparire più femminile rispetto alla sua forma precedente.

In evidenza, la liposuzione, da sola, non può essere in grado di creare questo profilo femminile. L’utilizzo del grasso autologo per creare un corpo più femminile e scolpito è un ottimo strumento per la valorizzazione femminile. I risultati dell’innesto sono di lunga durata, a patto che vengano utilizzate tecniche allegate.