L’importanza del marchio quando si decide di aprire un franchising estetica

Franchising esteticaLa definizione e la funzionalità del  marchio quando si sceglie di sigillare un contratto di franchising estetica.

Quando due imprenditori decidono di aprire un franchising, che può essere di elettronica, scommesse sportive, cucina, ma anche un franchising di estetica, è molto importante il valore che un marchio può avere.

Quando si decide di stipulare un tale accordo economico, è perché uno dei due interessati vuole cominciare una nuova attività finanziaria, senza però partire da zero, e quindi ha bisogno di un marchio forte, famoso, affidabile, su cui investire in maniera prudente i propri risparmi. Ma che cos’è un marchio?

Conosciuto anche con il nome di logo, il marchio non è altro che un segno che, con una serie di procedimenti giuridici, e con la pubblicità che acquisisce nel corso del tempo, un segno riconoscibile, che può dunque essere un disegno, una frase colorata, dei numeri, ma anche suoni e video.

Nel mondo del marketing vengono riconosciuti due tipi di marchi, quello registrato, e quello di fatto. Il marchio registrato è un logo, come dice la parola, registrato per legge, e quindi tutelato in tutti i modi dai tentativi di plagio.

In Italia tale tutela è esercitata grazie a una registrazione presso l’Ufficio Italiano brevetti e marchi, e ha una durata decennale. Passati questi dieci anni, si può decidere se rinnovare o no questa tutela. La tutela può cambiare in base alla richiesta di tipo di marchio effettuata.

Questo significa che ci possono essere marchi nazionali, che valgono quindi solo nel Paese dove vengono emessi (nel nostro caso l’Italia, e sono questi quelli maggiormente usati da chi vuole aprire un franchising di estetica), marchi comunitari, riconosciuti e tutelati in tutta l’Unione Europea, e marchi internazionali, protetti in tutto il Mondo, grazie al protocollo di Madrid.

Per quel che invece riguarda i marchi di fatto, essi sono dei loghi che non sono registrati all’ufficio brevetti, ma godono comunque di una determinata tutela, determinata dalla sua popolarità.

Viene dunque a sua volta distinto in marchio celebre, e marchio di notorietà relativa. Entrambi i tipi di marchi sono comunque validi per chi vuole aprire un franchising di estetica senza dover sborsare una cifra enorme.